Vini locali da assaporare

Spiagge assolate, bambini felici che corrono e giocano, un faro come un benevolo guardiano, strade da percorrere in bici, pinete e lagune…ma non ti sembra che manchi qualcosa?

Io sono un tipo poco sportivo, uno di quelli a cui non piace fare fatica. Adoro starmene sotto un bel pergolato e nella bella stagione, godermi l’ombra. Tra l’altro, ombra è un altro nome con cui mi chiamano da queste parti.

Questa è una storia interessante, magari l’hai già sentita. In una città poco lontana da qui, uno splendido intreccio di canali e palazzi sospesi sulle acque, si usava concedersi il meritato riposo andando a bere un un buon bicchiere di vino all’ombra di uno dei tanti campanili, che come segnali lanciati verso il cielo, spuntano a Venezia. Da qui il mio nome, ombra.

Di storie ce ne sono molte altre, ma ti invito a scoprirle da te, magari andando proprio in quella laguna, tra isole, misteri e leggende, un tesoro infinito, vedrai!

Torniamo invece al pergolato. Che bello! La luce brillante dell’estate che filtra tra le foglie della mia pianta preferita, la vite ovviamente. Ben appoggiato sul tavolo, in un calice compio le mie piccole magie, spargendo riflessi rubini attorno a me, sprigionando profumi che inebriano, sciogliendo le lingue e le tensioni, facendo apprezzare ancora di più le vacanze.

Bibione è il mare certo, ma anche così tanto altro, come ad esempio le fertili terre che lo abbracciano, dove cresce da secoli l’uva che raccolta alla fine dell’estate diventa vino, un nettare che potrebbe raccontarti così tante storie, che non smetteresti di staccare i tuoi occhi da qui.

Invece, lasciali liberi gli occhi, muovi il corpo e tua curiosità. Potresti prendere una bicicletta, seguire percorsi lenti, sospinto dalla brezza con il suo sentore di mare, ed apprezzare la dolce campagna.

Ma se sei pigro, come me, puoi anche prendere la macchina o il bus, per arrivare nella zona di Lison-Pramaggiore, dove molte delle piante da cui nasco sono coltivate in modo naturale, grazie all’agricoltura biologica.

Potrai trovare un pergolato come questo, sederti, osservare i filari di vite, sentire il profumo speciale che hanno nei mesi più caldi, prima della vendemmia. Potrai lasciare che qualcuno riempia il tuo bicchiere e sorseggiare lentamente, meglio se in compagnia di un buon pezzo di formaggio o di salame, locali, di queste zone.

Tornerai verso il tramonto a Bibione, con un sapore diverso delle tue vacanze, un profumo di leggerezza e il sentore che lascia il buon cibo, un buon calice di vino, come me, il ricordo di una vacanza, fatta di mille storie di terra che abbracciano il mare.