Vedi mappa

Visti di recente

Villa Mocenigo - Ivancich
Via Carlo Ivancich, 30028 San Michele al Tagliamento, Italia ( 850 m dal centro) - vedi mappa

Descrizione

Lungo la sponda destra del fiume Tagliamento, di fronte specularmente al centro storico di Latisana, esiste, immersa nella maestosa vegetazione di un parco secolare, Villa Mocenigo – ora Biaggini-Ivancich, anzi, ciò che rimane dell’intero complesso dopo i bombardamenti e le devastazioni dell’ultimo conflitto mondiale, aggravati poi dal terremoto del 1976.
Il complesso è sorto in prossimità di un porto fluviale sul Tagliamento, verso la fine del XVI secolo, per volere dei Mocenigo, famiglia nobile veneziana.

Alla villa padronale, inizialmente costruita per ospitare i Mocenigo, furono aggiunte successivamente altre costruzioni erette nel parco, per ospitare gli attrezzi e il raccolto dei campi, oltre ai bachi da seta, nonché il personale addetto ai diversi servizi, alla manutenzione e all’amministrazione dei terreni agricoli della famiglia.

Nella seconda metà del secolo scorso, con la famiglia Ivancich, la villa diventa un polo culturale molto importante, ospitando scrittori di rilievo internazionale, quali Ezra Pound ed Ernest Hemingway, che scrisse del fiume Tagliamento e fu ispirato dalle sue frequentazioni con Adriana Ivancich.

Durante la Prima Guerra Mondiale l’edificio fu trasformato in ospedale da campo, durante il secondo conflitto invece la villa subì gravissimi danni a causa dei numerosi bombardamenti susseguitisi tra il 1944 al 1945, che rasero al suolo l’intero centro abitato.

La dimora signorile veniva chiamata Il Palazzo Rosso per il suo colore, poi cambiato in seguito all’applicazione del marmorino bianco. La villa si sviluppava in tre piani con forma quadrangolare, secondo lo schema di molti palazzi veneziani.
Una cancellata immette dal parco in un lungo e suggestivo viale. Il parco secolare è molto grande ed ospita numerose varietà di piante, le statue in pietra d’Istria rimaste sono otto, rappresentano le quattro stagioni e le virtù.

E' possibile visitare i resti della villa e il suo parco, nell'ambito della visita guidata gratuita nell'itinerario storico-culturale "Le Guerre del '900" -> GIOVEDÌ da Giugno a Settembre alle ore 17.00. DOMENICA da Ottobre a Maggio alle ore 10.30.
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: entro le ore 13.00 del mercoledì precedente, presso:
- UFFICIO I.A.T. (Bibione Via Maja 84 – 0431 444846 – iat@comunesanmichele.it)
- UFFICIO TURISMO DEL COMUNE (S. Michele al T. Piazza della Libertà 2 – 0431 516130/133 – turismo@comunesanmichele.it)

Prossimi eventi nelle vicinanze
Elenco
Elenco
Griglia
Mer 10 Ago 2022 + 2 Date
"Sorsi di Libri" ritorna a San Michele al Tagliamento con un ricco programma dal 22 giugno al 31 agosto 2022.

La rassegna di incontri con l'autore arricchiti da degustazioni, arte e musica si terrà presso il parco di Villa De Buoi (Via Marango) ogni mercoledì sera a partire dalle ore 20:45.

Ingresso gratuito.
INFO: biblioteca@comunesanmichele.it - Tel. 0431 516100 - 335 7621362

In caso di maltempo l'evento si svolgerà in Municipio.

22 giugno - I Funghi più comuni - Giuliano Ferisin
29 giugno - Mente oscura - Pierluigi Porazzi
6 luglio - Animis sieradis - Stefano Lombardi
13 luglio - Un pinguino a Trieste - Chiara Carminati
20 luglio - Lagunario - Isabella Panfido
27 luglio - Teodora. I demoni del potere - Mariangela Galatea Vaglio
3 agosto - Il segnalibro - Giuseppe Mariuz
10 agosto - Il sorriso di Antonello - Diego Collovini
24 agosto - Quasi alla deriva - Antonio Cosimo De Biasio
31 agosto - La veglia di Ljuba - Angelo Floramo
Dettagli
Gio 11 Ago 2022 + 7 Date
Visite guidate gratuite ai luoghi di San Michele al Tagliamento che hanno caratterizzato le guerre del '900: il Bunker della Guerra Fredda, Villa Mocenigo-Biaggini-Ivancich, il Muro della Storia e il Cimitero di guerra austro-ungarico

Le visite si svolgono in lingua italiana e inglese:
OGNI GIOVEDÌ da giugno a settembre alle ore 17.00
DOMENICA da ottobre ad maggio alle ore 10.30

PUNTO DI RITROVO: San Michele al Tagliamento parco attiguo al ponte sul fiume Tagliamento (Via Roma, vicino alla fermata dell'autobus)

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: entro le ore 13:00 del mercoledì precedente, presso:
UFFICIO I.A.T. INFORMAZIONE E ACCOGLIENZA TURISTICA (Bibione Via Maja 84 – 0431 444846 – iat@comunesanmichele.it)
UFFICIO TURISMO DEL COMUNE (S. Michele al T. Piazza della Libertà 2 – 0431 516341/130/133 – turismo@comunesanmichele.it)

Le visite saranno assicurate al raggiungimento di almeno 5 partecipanti.
La visita è fruibile a piedi o in bicicletta.

Si ricorda che l'area esterna del bunker (parco vicino al ponte sul fiume Tagliamento), il cimitero di guerra austro-ungarico (Via Agnolina) e il Muro della Storia (Via Don Giovanni Bosco) sono sempre visitabili liberamente.
Dettagli
Gio 11 Ago 2022
Anche nel 2022 ritorna a San Michele al Tagliamento il "Teatro nelle frazioni", una rassegna estiva di spettacoli teatrali all'aperto giunta ormai alla sua 19^ edizione.

Tutti gli spettacoli sono gratuiti con inizio alle ore 21:00 ed è consigliata la prenotazione: 0421.330739 - 320.4695365 - info@teatrodeipazzi.com

Giovedì 23 giugno, piazzale della chiesa di Terzo Bacino
"Falcone - Borsellino. C'era una volta un giudice, anzi no… due", a cura della compagnia Cast
Un pezzo della nostra storia contemporanea che diventa uno spettacolo di narrazione musicale incentrato sulla forza evocativa dei fatti, nel trentennale della ricorrenza delle stragi di Capaci e di Via d'Amelio.

Giovedì 30 giugno, area verde di San Filippo
"La sbètega soràda", a cura della compagnia Teatroprova
La commedia trae ispirazione da "la bisbetica domata" di W. Shakespeare ma David Conati ne ha fatto una versione più "casalinga" con un testo divertente e il finale a sorpresa rispetto all'originale.

Giovedì 7 luglio, piazzale della chiesa di San Giorgio al Tagliamento
"Quel fremito d'amor", a cura della compagnia Teatro dei Pazzi
La nuovissima produzione di commedia dell'arte firmata Giovanni Giusto, con tutti gli ingredienti che hanno reso celebre lo stile del Teatro dei Pazzi: ritmo incalzante, comicità genuina e un crescendo di scenografici colpi di scena. Gli attori si mettono in gioco in un esilerante scambio di ruolo, dando vita a una commedia più che mai convolgente.

Giovedì 14 luglio, Villa de Buoi a San Michele al Tagliamento
"The living paper cartoon", a cura di Ennio Marchetto
Tina Turner, Mina, Marilyn Monroe, vasco Rossi, Madonna, Pavarotti… e tra i nuovi personaggi Lady Gaga, Marco Mengoni, Arisa. Come per i più grandi trasformisti, la forza dello spettacolo consiste nella straordinaria velocità con cui Ennio Marchetto muove i costumi, aggiunge particolari disegnati e parrucche di carta, dando vita a uno spettacolo unico nel suo genere.

Giovedì 21 luglio, piazzale della chiesa di Cesarolo
"Maradona - D10S", a cura del Teatro dei Pazzi
La storia di un calciatore identificato da un numero e da una parola, quella parola che gli uomini non dovrebebro mai pronunciare, ma che Diego Armando Maradona ci ha strappato di bocca, dribbling dopo dribbling, gol, dopo gol: D10S.

Giovedì 28 luglio, ex scuole di Marinella
"Tre pas tal curtil", a cura della Compagnia Teatrale di Ragogna
Ambientata negli anni 60 in un cortile della campagna friulana, è la storia di un emigrante ritornato dalla Francia al suo paese. Grotteschi litigi e una rocambolesca avventura tra confini di terreni e teneri amaori in una piccola storia che ripropone i valori di un vecchio Friuli legato ai suoi principi ed alla sua semplicità.

Giovedì 4 agosto, ex scuole di Malafesta
"Lui e lei, universi paralleli", con Caterina Tomasulo "Catine" e Tiziano Cossettini
L'uomo e la donna e il modo diverso di vedere la vita. Matilde e Midìu raccontano la loro stessa storia ma da punti di vista diametralmente opposti. E' uno spettacolo adatto a tutti: gli innamorati ci vedranno il loro futuro, le coppie il loro presente e i single la loro fortuna.

Giovedì 11 agosto, ex scuole di Bevazzana
"3 storie contagiose. Tu chiamale se vuoi… influenze", a cura della compagnia Il Satiro Teatro
Pezzo teatrale in veneto firmato dal noto autore Fulvio Ervans "Finché c'è prosecco c'è speranza". Nemmeno le altre due influenze furono passeggiate, ma il mondo aveva meno densità di popolazione, meno collegamenti, meno sanità, meno informazione ossessiva, meno paura. Insomma, ci sarà da sorrdiere, ma anche da riflettere su come cambiamo noi, prima dei virus.

Dettagli