Il benessere inizia da una buona alimentazione, e la vacanza a Bibione è una bella occasione per stare bene anche a tavola. Circondata da mare, laguna e campi coltivati, Bibione ha aria buona e terra fertile. Pochi sanno che nei suoi campi coltivata una gran varietà di frutta e verdura, prodotta con elevati standard di qualità.

Le aziende agricole del territorio

Le aziende agricole, rispettose dell’ambiente, si trovano all’ingresso della località, nella zona est, dove nel secondo dopoguerra, mentre Bibione nasceva come luogo di villeggiatura, gli esuli istriani trovarono asilo e lavoro, importarono le loro tecniche di coltivazione.
Quella storia si ritrova ancora oggi nei nomi delle strade che ricordano la penisola oltremare e nella storia stessa della Cooperativa Agricola “Bibione”, nata nel 1959 da quattordici esuli istriani. Furono proprio loro a rilanciare la produzione del prodotto ortofrutticolo più famoso già presente, l'Asparago Bianco di Bibione, e a rifinire la tecnica colturale.

radicchio colapasta

La Cooperativa Agricola "Bibione"

La Cooperativa raggruppa otto aziende agricole dell’area bibionese. I loro prodotti coltivati con amore e commercializzati freschi e genuini a “chilometro zero”, sono venduti nello spaccio della cooperativa stessa, che si trova all’ingresso della città ed è aperto da fine aprile alla seconda metà di ottobre.
Qui si trovano anche prodotti agroalimentari del Veneto Orientale come i formaggi della Latteria di Summaga, i prelibati vini DOC e DOGC di Lison Pramaggiore, e profumati mieli locali. Tanti locali, ristoranti e pizzerie utilizzano frutta e verdura della Cooperativa, con l’indiscusso vantaggio per i consumatori di poter mangiare sano.

Ortaggi e frutta di qualità, tutto l'anno

Prodotto principe della Cooperativa agricola è l’Asparago Bianco di Bibione, coltivato, dai primi di marzo fino alla primavera inoltrata, in condizioni ottimali di clima e zona, nei terreni sabbiosi e riparati, resi sapidi acqua di mare. La Cooperativa produce però tantissimi ortaggi e frutta: fragole, pomodori, pesche, nettarine, meloni, cocomeri, asparagi, cetrioli, peperoni, fagiolini e fagioli, insalate e radicchio. Chi pensa che la produzione sia solo estiva si sbaglia, ogni mese ha i suoi prodotti della terra.

pere

L’Asparago Bianco, re degli ortaggi di Bibione

Con una produzione in crescita, grazie anche al rinnovamento costante degli impianti di lavorazione, che si aggira sui 600/700 quintali annui, l’Asparago Bianco è il re Bibione della produzione ortofrutticola locale. L’Area di produzione è quella del Comune di San Michele al Tagliamento (VE), principalmente a Bibione a ridosso del litorale, lungo il corso del fiume Tagliamento. Qui, il clima mite tipicamente costiero e i terreni sabbiosi (97% livello di sabbia) e naturalmente ricchi di salsedine, danno luogo a un prodotto dalle eccellenti proprietà gustative. Inoltre, la zona di produzione, presenta una falda di acqua calda mediamente a 400-500 metri di profondità con una temperatura media di circa 37-38°C.

asparago bibione

La Festa dell'Asparago

Il miglior modo per celebrare l’ortaggio più rinomato di Bibione è dedicargli un’intera festa, così Bibione dal 1970 organizza la Festa dell’Asparago. Tra aprile e maggio in Piazza Mercato si degustano tante specialità culinarie a base di questo strepitoso prodotto della terra, che si può anche acquistare insieme ad altri ottimi prodotti ortofrutticoli a chilometro zero. Durante la primavera e per tutto il periodo di produzione, nei ristoranti della città si mangiano tanti piatti a base di asparago fresco e delicato, dagli antipasti ai primi e secondi piatti. Una vacanza val bene l’occasione di deliziare anche il palato più esigente!

Bibione Online

Bibioneonline S.r.l.
Corso del Sole n. 6/1
30020 Bibione (VE) Italia
C.F./P.IVA: 03342770272
Iscrizione REA 03342770272

Twitter Facebook Instagram Google Plus Youtube Pinterest

Youtube

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, clicca qui. Se prosegui nella navigazione in questo sito acconsenti all’uso dei cookie.