Treviso


Treviso
è una città dai molteplici aspetti: storico per i grandi eventi del passato, moderno per i ritrovi giovanili, accogliente per la cordialità degli abitanti, d’arte per le mostre di richiamo internazionale e antico per gli edifici storici.

La cinta muraria cinquecentesca contiene preziosi tesori d’arte a partire proprio da Piazza dei Signori che ne rappresenta il cuore, il centro sociale e politico della vita trevigiana fin dai tempi remoti.
Intorno sorgono le chiese di San Nicolò del XIV secolo esemplare del Gotico italiano, San Francesco (dove sono sepolti Pietro Alighieri, figlio di Dante, e una figlia del Petrarca), Santa Maria Maggiore e infine il Palazzo dei Trecento o Palazzo della Ragione, poiché nel medioevo si amministrava la giustizia, con l’antica Torre risalente al 1265, il cui orologio ancor oggi scandisce con i suoi rintocchi la vita cittadina.

Il Duomo neoclassico dedicato a San Pietro contiene l’Annunciazione di Tiziano e affreschi del Pordenone, mentre accanto sorge, su un originario basamento di età romana, un prezioso Battistero del XI – XII secolo con nicchia affrescata da Gentile da Fabriano.

Il Museo Civico Luigi Bailo è un percorso di tre sezioni: la prima è Archeologica con reperti di epoca romana e preromana provenienti dal territorio, la seconda è la Pinacoteca con capolavori di pittura veneta tra cui dipinti di Bellini, Lotto, Tiziano e Tiepolo e infine la terza è una Galleria d’arte moderna con testimonianze artistiche di fine ottocento alla seconda metà del novecento.

Treviso è attraversata dal Sile, un fiume straordinario per la freschezza e la limpidezza delle sue acque che scorre silenzioso avvolgendo la città in un abbraccio cristallino.

A Treviso l’arte è anche culinaria: la città è infatti famosa per il suo radicchio rosso, dal gusto leggermente amarognolo ottimo sia nell’insalata sia cotto ai ferri, nei risotti e per delicati pasticci.

A Treviso è bello andare anche per Osterie e locande: luoghi tipici dove si può bere "un’ombra" di prosecco o cartizze, vini bianchi e leggeri prodotti nelle vicine colline ed assaggiare la tipica gastronomia locale: minestra e fagioli, trippe, baccalà e musetto.

L’atmosfera che si respira è leggiadra e sensuale per l’aria festosa, la cordialità degli abitanti e la riposante quiete delle vie, custodi di preziosi monumenti, simboli di un fastoso passato.

Dintorni

Da non perdere le stupende Ville Venete sulla strada del Terraglio, immerse nella campagna tra suggestivi boschi di alberi secolari e chilometri fioriti di delicate calle. 

I proprietari delle ville sono lieti di accogliervi e guidarvi alla scoperta di questi tesori.

 

Villa Giustinian ESchmid

Due suggerimenti:

  • Villa Giustinian a Roncade, maestoso palazzo racchiuso da forti mura e circondato da un ampio giardino
  • Villa Albrizzi a S. Trovaso, ispiratrice di grandi artisti dell’ottocento, che furono suoi ospiti, come Ugo Foscolo, I. Pindemonte, V. Monti e A. Canova.


Come arrivare a Treviso

Autostrada: da Bibione prendere l’autostrada A4 da Latisana o Portogruaro in direzione Venezia, seguire poi le indicazioni Treviso – Belluno.

Treno: potete prendere il treno per Treviso dalla stazione di Latisana o Portogruaro in direzione Mestre, dove scenderete e prenderete il treno diretto a Treviso.


Per maggiori informazioni consulta i seguenti siti

Comune di Treviso

Trenitalia

 

Ph: D. Descouens, E.Schmid