Mappa di Bibione

I quattro volti di Bibione.
Bibione è una lunga lingua di spiaggia, con alle spalle la città e la pineta, chiusa alle due estremità dalla laguna e dal fiume Tagliamento. E’ composta da quattro zone con nomi suggestivi che, da est ad ovest, sono: Lido dei Pini, Bibione Spiaggia, Lido del Sole e Bibione Pineda. Ognuno di essi ha le proprie caratteristiche ed elementi peculiari che lo contraddistinguono.


DSC 0016

 Mappa di Bibione faro lidopini bibionespiaggia terme lidosole pineda porto valgrande

 

La Spiaggia

La spiaggia

Il piacere di un libro, di una passeggiata in riva al mare, di veleggiare sulle onde del mare, di guardare il proprio bambino giocare in compagnia degli animatori, di fare nuove amicizie imparando passi latino americani o partecipando a corsi di ginnastica. La spiaggia di Bibione è questo e molto altro. Le particolari caratteristiche della spiaggia e i servizi, funzionali alle esigenze dei turisti, garantiscono a tutti i suoi ospiti sicurezza e tranquillità. Quattro sono gli aspetti che rendono la spiaggia di Bibione unica nel suo genere.

Lido Pini

Lido dei Pini

Lido dei Pini si trova alll’entrata della cittadina, ed è un biglietto da visita suggestivo, soprattutto in primavera, quando alla macchia verde della natura si aggiunge il colore rosso acceso dei campi di grano e papaveri in piena fioritura.

Lido Sole

Lido del Sole

Lido del Sole, è la porzione di Bibione immersa nel verde e nella calma compresa tra la vivace Bibione Spiaggia e Pineda. La spiaggia si trova dopo le Terme e il Villaggio Marino Pio XII della CIF (Centro Italiano Femminile), che fu uno dei primi stabilimenti balneari, nato come colonia elioterapica per bambini e famiglie. In questo tratto l’arenile si accorcia leggermente, ha spazi ampi e diventa ideale per le famiglie, soprattutto con bambini.

Pineda

Pineda

Nell’ultima parte di Bibione quella più a ovest, trionfa l’eco turismo. Bibione Pineda è un vero paradiso naturale, dove la spiaggia incontra la laguna e l’acqua salata del mare si mescola a quella dolce. Pineda, era il nome di Bibione nelle antiche carte topografiche, il cui etimo deriva dalla vasta pineta di pini marittimi che qui regnava e che ancora oggi ha lasciato centinaia di esemplari.

Faro

Il Faro

Latitudine 45° 38,2' N, longitudine 13° 05,9' E: se seguite queste coordinate tracciate nelle mappe navali, trovate, a ridosso di una lanterna, una piccola casa bianca incastonata tra la spiaggia dorata, il cobalto del mare e lo smeraldo della pineta. Si presenta così il prezioso faro di Bibione, costruito a inizio Novecento nei pressi della foce del fiume Tagliamento e immerso nella risorsa naturalistica della pineta.

Valgrande

Valgrande

Valgrande e Vallesina a Bibione sono Valli da pesca arginate di grande valore ambientale, individuate dal 1993 come “aree di tutela paesaggistica di interesse regionale”. Insieme hanno un’estensione enorme: 475 ettari, di cui 320 di superfici acquatiche, che comprendono bacini idrici, canali e specchi lacustri, canneti, boschi, superfici agrarie.

 

Chi ama la nautica ed è in vacanza a Bibione trova ospitalità, qualificata assistenza e la sicurezza di una darsena attrezzata a Portobaseleghe, che in più si trova inserita in un esclusivo contesto naturale. Portobaseleghe ha la fortuna di affacciarsi verso una bellissima pineta che è incanto di natura, riparo sicuro e protetto allo stesso tempo.

Porto
 

Le Terme di Bibione sono speciali, innanzitutto per il sorprendente contesto ambientale dove sorgono: tra l’ampia spiaggia, il mare azzurro e la profumata pineta. Dal 1996 utilizzano la preziosa acqua minerale ipertermale che sgorga nel vicino sottosuolo a 500 metri di profondità e a 52 gradi di temperatura.